sss

Blog Post

Contributi a fondo perduto nel settore commercio al dettaglio – Regione E.R.

By: | 0 Comment | View: 156

La Regione Emilia-Romagna promuove l’innovazione nel settore del commercio al dettaglio sostenendo le imprese commerciali nei processi di cambiamento ed innovazione digitale e tecnologica.

I progetti finanziabili devono prevedere la realizzazione di interventi per l’innovazione gestionale, dei sistemi di vendita e di servizio con l’utilizzo delle nuove e più moderne tecnologie digitali.

Spese ammissibili

a) spese per l’acquisto di dotazioni informatiche ed attrezzature tecnologicamente innovative;

b) spese per l’acquisto di servizi di cloud computing e di licenze;

c) spese per l’acquisto di arredi e per l’allestimento dei locali, comprese le opere murarie, edili ed impiantistiche (max 20% della somma delle spese di cui alle lettere a+b);

d) spese promozionali su canali web strettamente connesse al progetto (max 10% delle spese di cui alle lettere a+b+c);

e) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti e/o richiesti per la presentazione delle domande (max 10% della somma delle spese di cui alle lettere a+b+c).

Ammontare del contributo

La misura prevede un contributo a fondo perduto nella misura del 40% delle spese ammissibili, incrementabile fino al 45% in presenza di alcune condizioni specifiche, quali ad esempio imprese con fatturato maggiore di 2 mln di euro e Rating di legalità. La misura del contributo è incrementata di un ulteriore 5% (fino al 50%) nel caso in cui le imprese proponenti siano localizzate nelle aree montane oppure nelle aree dell’Emilia-Romagna comprese nella carta nazionale degli aiuti di stato a finalità regionale.

Il contributo non potrà comunque superare l’importo massimo di € 50.000,00 e i progetti d’investimento non dovranno essere inferiori a € 10.000,00.

Destinatari

Possono presentare domanda le imprese individuali, le società (di persone, di capitali, cooperative), i loro consorzi e/o le società consortili che presentano i requisiti stabiliti all’articolo 10 dello specifico bando.

Modalità operativa

La domanda di contributo dovrà essere compilata ed inviata alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020 a partire dalle ore 10.00 del 20/5/2019 fino alle ore 13.00 del 11/7/2019.

La Regione procederà alla chiusura anticipata del bando al raggiungimento di 200 domande presentate.

Lo Studio Michele Magro S.r.l. resta a disposizione per accompagnare la tua impresa nella realizzazione del progetto e per i servizi collegati all’incremento del contributo a fondo perduto fino al 45% come l’adozione del Rating di legalità.

0 Comment