sss

Blog Post

BANDO PMI PROGETTI PROMOZIONE EXPORT E PARTECIPAZIONE FIERE 2021

By: | 0 Comment | View: 150

Il Bando, approvato dalla giunta regionale dell’Emilia Romagna, intende favorire la promozione internazionale delle PMI e la diversificazione dei mercati e supporta i progetti in grado di favorire l’accesso a nuovi mercati di sbocco e a nuovi canali di vendita soprattutto digitali, rafforzando la funzione del commercio estero all’interno dell’azienda.

Possono fare domanda imprese di micro, piccola e media dimensione con sede legale o unità operativa in Regione Emilia-Romagna con i seguenti requisiti:

– iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente
– esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi
– appartengono ai settori attività economica ammissibili
– possiedono i requisiti di piccola e media impresa
– sono in regola con il Regolamento CE 1407/2013 del 18 dicembre 2013 in materia di aiuti “de minimis”
– sono attive
– sono in regola con i pagamenti e gli adempimenti previdenziali e assicurativi
– non erano già in difficoltà al 31 dicembre 2019
– non sono state soggetto nei precedenti tre anni di procedimenti amministrativi connessi ad atti di revoca per indebita percezione di risorse pubbliche, carenza dei requisiti essenziali o irregolarità per documentazione.

Il bando supporta progetti di partecipazione a fiere all’estero e in Italia di natura fisica o virtuale e partecipare a eventi promozionali b2b fisici o virtuali realizzati da organizzatori internazionali, purché di livello internazionale.

Il contributo regionale sarà concesso a fondo perduto nella misura del 100% delle spese ammissibili ma non potrà comunque superare il valore di euro 10.000.
Le spese documentate devono essere sostenute nel periodo dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021 e devono rispettare il regime d’aiuto “de minimis”.
Il costo minimo del progetto in fase di presentazione della domanda di finanziamento dovrà essere di 5.000 euro.

Nel caso di fiere in presenza saranno ammessi i costi per affitto spazi, allestimento (incluse le spese di progettazione degli stand), gestione spazi, trasporto merci in esposizione e assicurazione delle sesse, ingaggio di hostess/interpreti.
Per le fiere virtuali, invece, le spese ammesse saranno relative alle iscrizione alle fiere, alle consulenze in campo digital, hosting, sviluppo piattaforme per la virtualizzazione, produzione dei contenuti digitali, accordi onerosi con media partners e spese di spedizione dei campionari.

Il bando sarà aperto in due finestre:
la prima fase a partire dalle ore 12 del 4 novembre e fino alle ore 16 del 4 dicembre 2020, la seconda a partire dalle ore 12 del 1 giugno 2021 e fino alle ore 16 del 30 giugno 2021.

0 Comment